Poesia per Abbas al-Shalhoub

Abbas al-Shalhoub
Avevi il sole nei tuoi occhi
Guardavi con la gioia
E lo stupore
Che ogni nuovo sguardo
Dava alla tua mente
Da poco aperta
Al mondo esterno

Avevi la speranza
Verde come i campi
Dove correvi
Avevi la freschezza
Limpida come l'acqua
Che bevevi

Sorridevi
A ciò che incontravi
Non conoscevi nulla
Del mondo
Solo i suoi colori
E il volto dei tuoi genitori
Che vedevano in te
Le loro speranze
Perché eri il loro tesoro

Nel Paese dei cedri
Là dove qualcuno fece il suo primo miracolo
A Qana
Eri nato
Un anno prima
SOLO un anno prima!!!

Ma un giorno
Da una terra vicina
Ma nemica
Giunse un missile
A chiudere per sempre i tuoi occhi
Che avevano finora
Solo sorriso
A un mondo
Che non era degno
Della tua gioia.

Ti chiamavi Abbas
Insieme ad altri bambini
Sei stato ucciso
Voi
Che avevate solo la gioia
Che avevate solo il sorriso
Che conoscevate solo i colori della vita
Ora conoscete il nero della morte
Che non dovevate mai conoscere
E noi, vostri genitori,
conosciamo
il rosso del sangue dei vostri corpicini
che non volevamo mai conoscere.

Piangeremo lacrime
Amare come il fiele,
perché nessuna guerra ci restituirà
il vostro sorriso
perché nessuna vendetta ci restituirà
la vostra gioia

Guerra e vendetta
Chiuderebbero gli occhi ad altri bambini
Come te, Abbas,
e questo farebbe piangere lacrime amare
ad altri genitori.

Voi conoscevate la Pace
Perché gli uomini l'hanno dimenticata?

Scritta da Ettore Lomaglio Silvestri il 9 agosto 2006

Poesia per Abbas al-Shalhoubultima modifica: 2006-08-09T16:10:20+02:00da m_gandhi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento